mercoledì 4 marzo 2015

Food & Travel: i 10 piatti stranieri che ho provato e amato

Si sa, quando si fa un viaggio e si visita un paese straniero un aspetto importante e piacevole è sicuramente quello di gustare la cucina locale.
Secondo me infatti nessun viaggio è completo e la nostra conoscenza di quel paese e dei suoi abitanti non è mai approfondita se non si prova la sua cucina.




Personalmente non ho mai amato andare a cercare ristoranti italiani all'estero e ho invece sempre trovato (fortunatamente) piatti locali che ho amato tanto quanto un piatto di pasta italiana.
L'unica occasione in cui non ho mangiato bene e ho rimpianto per un po' la nostra cucina casalinga è quando ho visitato New York. Non so perché ma poche cose che ho assaggiato mi hanno colpito (a parte, ovviamente gli hamburgers e gli hot dogs!) ma per il resto ho trovato la cucina newyorkese, anche se molto varia e internazionale, anche molto pesante ...
 
Inizierò quindi questa carrellata di piatti stranieri che ho amato alla follia e che rimangerei molto volentieri, con il paese che mi ha dato di più di tutti perché ho vissuto qui per tre mesi: l'Irlanda.
A Dublino ho soggiornato a casa di una signora che, vivendo sola, affittava le molte stanze di casa sua a studenti stranieri. E' stata l'esperienza più importante e divertente della mia adolescenza: non solo perché vivendo in una vera casa con altre persone straniere ho imparato bene l'inglese, ma perché ho potuto vedere da vicino come si svolgeva la vita degli irlandesi, come erano fatte le loro case e cosa mangiavano durante il giorno. Questa signora che ci ospitava infatti era anche una brava cuoca e ci preparava la colazione e la cena.
 
Alcuni dei piatti che andrò a elencare probabilmente non sono proprio dei piatti tipici irlandesi, ma sono stati frutto della fantasia della Sig.ra Nora (così si chiamava!). Erano davvero buonissimi e mi ricordano sapori che non ho più trovato da nessuna altra parte
 
Brown Soda bread irlandese
E' un tipo di pane a base di farina integrale e bicarbonato che gli irlandesi usano per fare colazione. Riscaldato con il burro spalmato sopra e la marmellata e accompagnato da una grande tazza di tè (rigorosamente con il latte) è davvero ottimo. Ha una consistenza grossolana e il sapore è quello del pane fatto in casa... una delizia per cominciare la giornata!
 
 
 
Gli scones irlandesi
Gli scones sono famosi e vengono preparati anche in Inghilterra e negli Stati Uniti ma personalmente è in Irlanda che li ho conosciuti. Qui sono considerati dei veri e propri alimenti tradizionali, vengono preparati sia durante l'epifania o "little Christmas" che durante tutto l'anno perché sono molto veloci da preparare.
Quelli fatti in casa sono sicuramente superiori, la Sig.ra Nora ce li preparava per la colazione della domenica insieme a marmellate e burro e seguiva la ricetta base, senza uvetta né cioccolato dentro, solo semplici "plain scones" i migliori secondo me!
 
 
 

 
Irish Shepherd's Pie
E' un tortino a base di carne di agnello macinata e condita con carote, piselli e salsa worchester il tutto ricoperto da un buonissimo purè di patate un po' croccante in superficie. Tradotto significa la "torta del pastore" ed è un piatto quindi che fa parte della tradizione irlandese, viste le molte pecore presenti sull'isola e l'uso di un ingrediente importantissimo per la sua storia: le patate.
 
 
 
 
Pasta e lasagne Irish style
Mentre i piatti precedenti fanno parte della cucina tradizionale irlandese, questi due che vi sto per descrivere sono frutto della fantasia della signora Nora che mi ha ospitata a casa sua.
Probabilmente sono piatti creati in onore della cucina italiana, ma li ha fatti così bene che ancora me li rimpiango ...
Si tratta di un buonissimo piatto di pasta (farfalle per la precisione) condita con pezzetti di pollo e una salsa speziata buonissima (non ho mai capito cosa ci fosse dentro).
La signora Nora si è anche impegnata a farci un piatto di lasagne composto da soli due-tre strati di pasta ripieni di tanta carne macinata di manzo (ottima in Irlanda) e un buonissimo sughetto.
Certo, si tratta di piatti fatti da un irlandese e quindi molto diversi da quelli a cui siamo abituati noi in Italia (anche per quanto riguarda la cottura della pasta, che non era certo al dente!) ma sono comunque buoni e saporiti. A dispetto di quanti affermano che in Irlanda o nei paesi anglosassoni si mangia male, io invece mi sento proprio di dire che ho mangiato sempre benissimo e vorrei saper replicare quei sapori nord-europei anche a casa mia.
 
 
 
 
queste immagini le ho trovate su internet e si avvicinano ai piatti creati dalla Sig.ra Nora!
 
 
 

Spostandoci poi dall'Irlanda agli Stati Uniti, questi sono i piatti che ho assaggiato e amato particolarmente:
 
Mac n' Cheese (Macaroni & Cheese)
Anche questo piatto deriva dalla cucina italiana, ma è stato poi cambiato e arricchito dagli americani che lo hanno reso un loro piatto tipico.
Si tratta della nostra pasta corta condita con tanto formaggio cheddar, burro, latte e panna e poi messa nel forno, così da ottenere una croccante crosticina sopra. Sembra la nostra pasta al forno ma è molto più calorica, vista la quantità di formaggio che nasconde al suo interno!
E' comunque un piatto gustosissimo e consiglio a chi si reca negli Stati Uniti di assaggiarlo almeno una volta!
 
 
 
Clam Chowder
Ho detto prima che la cucina newyorkese non mi è piaciuta molto, ma facendo un giro negli Stati Uniti e in particolare negli stati del nord-est ho potuto provare alcuni piatti della tradizione americana degni di essere ricordati.
Uno di questi è la clam chowder del New England. L'ho mangiata in un ristorante di Boston e l'ho trovata divina! E' una zuppa a base di vongole con l'aggiunta di patate, bacon, latte e panna quindi è molto cremosa ed è buonissima se accompagnata da dei crostini di pane.
Mi è piaciuta talmente tanto che poi l'ho ritrovata anche qui in Italia venduta in scatola, anche se il sapore non è lo stesso visto che le vongole non sono fresche!
 
 
 
Mashed potatoes
Non si tratta di un vero e proprio piatto ma di un contorno. Non ho potuto però non menzionarlo perché è una delle cose che ho mangiato più volentieri negli Stati Uniti, New York compresa.
Si tratta di un purè ma più rustico rispetto al nostro perché le patate non sono schiacciate e tritate finemente come siamo abituati a fare, ma vengono schiacciate in maniera grossolana così da dargli una consistenza meno cremosa. E' proprio questo l'aspetto che mi è piaciuto di più: mentre lo mangi senti i pezzetti di patata lessa che ti riempiono la bocca! E' perfetto anche per accompagnare un hamburger gigante o il pollo fritto tipico americano.
 
 
 
 
 
Dagli Stati Uniti ci trasferiamo poi in Francia, dove ho trovato alcuni piatti molto gustosi:
 
Salade au chévre chaud (insalata francese con chévre caldo)
Durante il mio viaggio in Francia per visitare i Castelli della Loira ho scoperto questo piatto e l'ho mangiato spesso a cena perché oltre ad essere molto gustoso è anche piuttosto leggero rispetto ad altri piatti.
Si tratta di una semplice insalata condita con salsa vinaigrette e arricchita da dei crostini di baguette coperti da formaggio buche de chévre (formaggio di capra) grigliati al forno.
Se vi trovate nel territorio della Valle della Loira vi consiglio di accompagnare questo piatto con un vino bianco o rosato famoso in questa zona: lo Chinon.
 

 
 
Soup à l'oignon (zuppa di cipolle francese)
Nei vari viaggi che ho fatto a Parigi raramente ho mangiato al ristorante perché ho sempre preferito prendere in affitto un piccolo appartamento. Non potevo però farmi sfuggire qualche piatto tipico, così ho assaggiato la famosa zuppa di cipolle.
Si tratta di un piatto presente praticamente in quasi tutti i ristorantini e bistrot di Parigi e, anche se dal nome può sembrare pesante o troppo forte per via delle cipolle, in realtà è molto gustosa e per niente stomachevole.
Di solito viene servita dentro a delle ciotoline monoporzione insieme a dei crostini di pane baguette ricoperti di formaggio gruyère grattugiato. L'ingrediente principale è ovviamente la cipolla ma vi consiglio di provarla ... non rimarrete delusi!
 
 
 
Per finire, concludo questo viaggio culinario nell'isola di Malta. Qui ho assaggiato un piatto tradizionale semplice ma gustoso:
 
I pastizzi maltesi
In realtà non si tratta di un piatto di portata principale, i Pastizzi sono più che altro adatti per uno spuntino o una merenda ma li ho inseriti in questo elenco perché costituiscono secondo me la parte più buona della cucina maltese.
Sono dei fagottini di pasta sfoglia ripieni di ricotta locale e li vendono praticamente in tutti i forni dell'isola. Vi consiglio di mangiarli caldi per poter godere appieno del loro sapore più autentico.
 
 
 
E adesso? Vi è venuta fame?
A me un po' si ... in questo momento vorrei tanto mangiare di nuovo uno di questi piatti cucinato secondo la ricetta tradizionale dagli abitanti del luogo, così da poterlo assaporare nel suo gusto più vero.
 
Se anche voi siete particolarmente legati a un piatto che avete provato nei vostri viaggi e che ricordate con piacere, lasciatemi un commento qui sotto!