venerdì 13 marzo 2015

Viaggio a Zante parte III: le spiagge più belle

Dopo tanti mesi, eccomi finalmente a parlarvi dell'ultima parte del mio viaggio a Zante. Sarà che oggi è una bellissima giornata, sarà perché dopo tanta pioggia e freddo invernale finalmente è spuntato un po' di sole che ci fa subito pensare alla primavera ... ma ho proprio voglia di ricordare la bellezza del mare, delle vacanze estive, del caldo sole della Grecia.







Vi ho già parlato parecchio, qui e qui della bellissima Isola di Zante ma questa volta voglio soffermarmi su un aspetto che ho toccato solo in parte negli altri due post, cioè le sue bellissime spiagge.
Zante è un'isola stupenda, ricca di verde e il mare è turchese con fondali cristallini. Il paesaggio cambia molto da una costa all'altra, così che abbiamo l'imbarazzo della scelta: possiamo trovare spiagge sabbiose sulla costa orientale e altre invece selvagge e rocciose su quella occidentale; ci sono poi molte calette solitarie che possono essere raggiunte solo via mare o con sentieri accidentati e, una volta raggiunte, si è ricompensati dalla fatica spesa per raggiungerle da un mare mozzafiato. Ci sono anche parecchie grotte dove potersi tuffare e vedere i fondali con la maschera.
 
Inizio quindi l'elenco delle spiagge più belle di quest'isola dalla sua costa meridionale:
 
Spiaggia di Agios Sostis
Agios Sostis è prima di tutto un isolotto che si trova proprio davanti il porticciolo di Laganas, nella costa meridionale dell'isola ed è collegato alla terraferma grazie a un ponte di legno. Di notte questo ponte viene illuminato creando un'atmosfera molto suggestiva e  l'isola si trasforma in una discoteca a cielo aperto.
Ma il giorno lo spettacolo che regala è altrettanto bello e particolare: una volta attraversato il ponte, dovete salire alcune scale e vi ritrovate catapultati all'interno della macchia mediterranea ... tutto questo in mezzo al mare!
Se vi affacciate dalla terrazza del bar presente sull'isola potete godere di uno stupendo panorama sul golfo di Laganas e, se guardate bene in mezzo agli scogli, potete anche avvistare le tartarughe Caretta Caretta che nuotano libere nel mare.
La spiaggia di questo isolotto non è grandissima ma il mare è stupendo e consiglio a tutti di trascorrere qui qualche ora di relax in mezzo alla natura.


 




 



 

vista del Golfo di Laganas dalla terrazza dell'isola di Agios Sostis
 
Spiaggia di Marathonissi
Anche questa spiaggia si trova su un'isola: la splendida Marathonissi, chiamata "Isola delle tartarughe" sia per la sua particolare forma che ricorda, appunto, una tartaruga sia perché qui vi depongono le uova. Questa spiaggia infatti è accessibile solo con un mezzo privato o con escursioni organizzate in barca ma, trovandosi all'interno di un parco marino, è vietato l'ancoraggio. L'isola offre una bellissima spiaggetta di sabbia bianca per chi vuole rilassarsi in tranquillità al sole e un'altra fatta di sassi che regala panorami bellissimi se praticate lo snorkeling.
Io sono arrivata su questa spiaggia paradisiaca con una gita organizzata e ho potuto sia fare dei bagni favolosi in un mare favoloso, sia passeggiare per scoprirne la bellezza naturale. Se però vi recate su quest'isola in estate o comunque durante il periodo in cui le tartarughe marine si riproducono, dovete fare molta attenzione a non calpestare i loro nidi e dovete quindi evitare di camminare dove la sabbia è più soffice. Ricordatevi inoltre di portarvi tutto quanto vi possa servire durante la giornata: sull'isola non è presente alcuna struttura.



 
 
 



 
 
Spiaggia di Gerakas
Vi ho già parlato in questo post della spiaggia di Gerakas, ma non si può non nominarla in questa lista delle spiagge più belle di Zante.
Si trova nella penisola di Vassilikos, nell'estremità sud-orientale dell'isola e gode di una splendida vista sul Golfo di Laganas.
E' considerata una delle spiagge più belle di Zante per la sua lunga striscia di sabbia e il suo mare turchese, circondata dalla natura e preservata dal turismo di massa perché si trova all'interno del Parco Nazionale Marino. Qui infatti troverete uno dei maggiori siti di nidificazione delle tartarughe Caretta Caretta e sulla strada per arrivarci potete anche visitare il centro di recupero a loro dedicato.
Ricordate però che l'accesso alla spiaggia è regolato dal personale del Parco Nazionale Marino ed è consentito solo dalle 7 fino al tramonto, proprio per non disturbare le tartarughe.
 
 

 
 


Spiaggia di Dafni
Poco più avanti, all'incrocio con la strada che scende verso Gerakas si trova la strada stretta e un po' dissestata che porta alla bellissima spiaggia di Dafni. Anche questa è protetta perché inserita nel Parco Nazionale Marino di Zante e per questo motivo è priva di attrezzature e strutture turistiche. Il tratto di mare che bagna questa spiaggia è il più caldo dell'isola, quindi vi trovate in un vero e proprio Paradiso, adatto a chi cerca relax e una giornata a contatto con la natura.
 
foto di www.zantegrecia.org
 
 
foto di www.zanteisland.com
 
Sempre sulla costa orientale, ma questa volta a nord dell'isola troviamo altre bellissime spiagge dall'aspetto però diverso da quelle sabbiose e protette del sud.


Spiaggia di Xigia
E' una spiaggia molto particolare che si trova in un anfratto della costa rocciosa ed è quindi raggiungibile con più difficoltà a piedi. Proprio per questo motivo però è molto meno affollata delle precedenti, se non fosse per i turisti che arrivano a turno con le gite turistiche organizzate in barca.
Io ci sono arrivata proprio via mare grazie a una di queste gite organizzate per visitare i punti più spettacolari dell'isola.
Il mare è bellissimo, cristallino e la parte di spiaggia che scende verso il mare e il fondale marino stesso sono fatti di sassi, il che rende l'acqua ancora più bella. Inoltre qui, all'interno di una grotta marina, potrete trovare una sorgente di acqua sulfurea che dona quel particolare odore a tutta la spiaggia e fa benissimo alla pelle.
 
 



 



 

 
 
 
Grotte Blu
Più avanti rispetto alla spiaggia di Xigia, quasi all'estrema punta settentrionale dell'isola trovate una delle principali attrazioni di Zante che vale sicuramente la pena vedere: le Grotte BluIn questo caso non si tratta di una spiaggia ma di uno spettacolo naturale bellissimo.
Potete raggiungerle solo via mare e se prendete una piccola imbarcazione, riuscite anche ad addentrarvi dentro le grotte e a tuffarvi in mare.
In questo tratto la costa è molto più selvaggia, è alta e frastagliata; dal mare potete godere della vista più bella per i suoi colori e le sue forme. Le grotte infatti vengono chiamate così grazie ai riflessi dell'acqua che gli conferiscono un bellissimo colore azzurro . Inoltre dal mare potete scorgere Capo Skinari, il punto più settentrionale di Zante con il suo faro; anche da qui partono piccole imbarcazioni per la Grotta Azzurra.
E' veramente bello vedere le rocce bianche a picco nel mare... ne conservo una foto che sembra proprio una cartolina!
 









 

Capo Skinari
 

Spiaggia del Relitto
Spostandosi ancora a nord, ma questa volta sul versante occidentale dell'isola troviamo quella che è considerata una delle spiagge più belle della Grecia e sicuramente è una delle più fotografate: la spiaggia del Relitto.
Devo ammettere che uno dei motivi principali per i quali ho deciso di trascorrere le mie vacanze a Zante è stato proprio dopo aver visto la foto di questa spiaggia su internet. Essa è infatti classificata al 4° posto al mondo per la sua particolare bellezza.
Si tratta di una spiaggia di sabbia bianchissima incastonata tra due alte scogliere anch'esse bianche e bagnata da un mare turchese e limpidissimo. Ci si arriva solo via mare con le gite organizzate, per questo vi consiglio di andarci presto al mattino per non trovare troppa gente (attenti però alla temperatura dell'acqua che è molto bassa e al fondale che diventa subito alto a pochi passi dalla riva).
E' chiamata "Spiaggia del Relitto" perché vi si trovano i resti di una nave contrabbandiera di sigarette, la "Panagiotis", naufragata in quelle acque qui negli anni '80 e restituita dal mare sulla spiaggia della baia. Dopo di che si è deciso di lasciare i resti lì dove si trovavano, così che la barca è diventata piano piano parte integrante di quella spiaggia.
E' una vista unica, che stupisce sin da quando ci si avvicina con l'imbarcazione; se però volete vederla bene dall'alto della scogliera in tutto il suo splendore dovete prendere una stradina che collega i paesi di Volimes e Anafonitria. Circa a metà strada troverete un parcheggio da dove si raggiunge una terrazza panoramica sospesa sul mare dalla quale potete godere di una vista da togliere il fiato!
 




 


 
Spero con questo ultimo post dedicato all'isola di Zante di essere riuscita a trasmettervi la bellezza di questi luoghi e soprattutto il mio entusiasmo e la mia sorpresa nell'averli scoperti. Molte persone che conosco hanno deciso di trascorre qui le prossime vacanze estive, quindi sono sia felice di darvi qualche dritta e di aiutarvi nell'organizzare il vostro viaggio, sia fiera di averla scoperta così per caso perché l'emozione che mi ha regalato è stata davvero forte, unica.
Quindi grazie Zante, spero di rivederti presto ... non cambiare mai!